Forte dell’esperienza maturata ha sempre cercato di innovare e sviluppare i propri prodotti:

Laboratorio fisico

La Barberi Stufe ha un attrezzato laboratorio di ricerca con strumentazioni fisse e mobile da portare in cantiere. Nel laboratorio ha la possibilità di approfondire le conoscenze e di testare nuove stufe, per migliorarne i rendimenti ed abbassare le emissioni in atmosfera.

Laboratorio numerico

A partire dal 1990 Barberi Stufe ha sviluppato in proprio dei programmi di calcolo per il dimensionamento delle stufe ad accumulo, seguendo prima le indicazioni derivanti dall’esperienza Austriaca 1) e poi sviluppando in proprio opportuni algoritmi di calcolo.
Ora la barberi stufe sviluppa modellazione numerica multifisica per la risoluzione delle varie problematiche testando poi risultati ottenuti nel laboratorio di prove fisiche.

Premi e Progetti Internazionali

Testimonianza di questo continuo cammino di miglioramento e di approfondimento delle conoscenze sono i riconoscimenti ricevuti e la partecipazione ad impegnativi progetti di ricerca europei.

Premio artigiano per innovazione e sviluppo:

Nel 2006 l’azienda vince il Premio Artigiano 2005-2006, organizzato dal Centro europeo innovazione d’impresa Trentino, con il progetto e la realizzazione di un impianto termico per un antico casale toscano dove tre stufe e altre fonti energetiche rinnovabili concorrono a riscaldare e a raffrescare più unità abitative.

Progetto Triz:

Nel 2008 e 2009 viene selezionata per il bando TRIZ del CEII: “Teoria per la soluzione inventiva di problemi”, un insieme di strumenti che aiutano a catturare il processo creativo in ambito tecnico, codificarlo e renderlo così ripetibile ed applicabile.

Progetto di ricerca europeo:

Nel 2008-2013, all’interno del DISTRETTO TECNOLOGICO TRENTINO ENERGIA E AMBIENTE, nell’area progetti di ricerca applicata per le fonti rinnovabili, con FESR, assieme ad importanti centri di ricerca sviluppa le tematiche legate alla «Stufa ad accumulo in case a basso consumo energetico – Innovazione nella tradizione».